La scatola di latta

Pratichiamo Restanza, Intrecciamo Relazioni, Coltiviamo Conoscenza. Unisciti a noi!

LibrInScatola, Quante Storie per una littorina

Quelle vite meravigliose. Storie di donne a Sud Est 2ott2021

«È sui binari della Sud Est, in fondo, che questo viaggio “di carta” era iniziato, vedendo scorrere dai finestrini abbassati le campagne arse del Salento. Sul treno avevamo deciso di provare a intrecciare le vite di alcune donne che qui avevano vissuto o che da qui se ne erano andate, o erano tornate; vite che non si erano mai incontrate ma le cui storie avevano viaggiato richiamandosi l’una all’altra, legate in modi differenti ai frammenti di un’epoca che ancora si leggeva nelle pietre dei muretti a secco. Una storia che andava raccontata, per le donne che sarebbero venute. E una storia iniziata sulla ferrovia, non si sarebbe potuta concludere che su un treno.» [Manuela Iannetti]

Il treno ha fischiato!

Sabato mattina 2 ottobre ritorneremo in carrozza con la rassegna “Quante storie per una littorina”. L’intento dell’iniziativa è quello di arricchire – da un’altra prospettiva (quella del treno e delle stazioni) – la conoscenza del territorio e sensibilizzare la cittadinanza locale all’utilizzo del treno. E nel treno si incontrerà un gruppo di “viaggiatori volenterosi” con la scrittrice torinese Manuela Iannetti e la psicoterapeuta Simona Negro.

Appuntamento sabato 2 ottobre alle 9e29 alla Stazione di Maglie diretti alla stazione più a sud del Salento, ad Arigliano (Gagliano di Leuca) ritorno previsto a Maglie entro le ore 13e39.

Manuela Iannetti è nata a Torino, dove vive e lavora. Dal 2018 è la direttrice di Archivissima, il primo festival italiano dedicato alla scoperta e valorizzazione degli archivi storici e della memoria fisica e orale custodita nei loro patrimoni. Dalla carta al digitale, dall’editoria alla progettazione culturale, il suo mestiere è sempre stato “dalla parte delle parole”, a contatto con la produzione di contenuti, l’elaborazione di progetti e la gestione di prodotti culturali.

Durante il viaggio in treno Manuela ci racconterà del suo libro edito da Kurumuny: “Quelle vite meravigliose. Storie di donne a Sud Est”.

Il Salento è un viaggio. Un viaggio di sole donne sulla Sud Est, la ferrovia che percorre il tacco d’Italia fino quasi al Capo di Leuca, un filo di binari che unisce un territorio diffuso e coeso in un passato che traguarda con orgoglio nel presente. Corigliano d’Otranto, Maglie, Tricase, Alessano, Gagliano… non sono solo i nomi delle stazioni della linea 6 ma un alfabeto di incontri, persone, racconti.

Ogni tappa una storia, ogni storia la voce di una donna: giovane, anziana, adulta, emigrata, immigrata. Al centro della narrazione, sullo sfondo di un paesaggio di ulivi e di terra rossa, ci sono generazioni e identità, le figlie partite e quelle rimaste, le madri per forza e le madri mancate, le ribelli, le tenaci, le resilienti. Ci sono i mariti e il lavoro, l’emancipazione e la lingua antica, il futuro e le tradizioni. Come quelle rimosse, riscoperte o tramandate da questo mondo femminile operoso e capace, che è evoluto ed evolve in un tempo che cambia, senza rinunciare alla memoria.

POSTI LIMITATI: Per garantire il rispetto delle norme anti-covid è richiesta la prenotazione VIA MAIL a scatoladilatta2014@gmail.com con:
NOME/i – COGNOME/i – CITTA’
POSTI LIMITATI (chi prenoterà riceverà orari https://www.fseonline.it/ e info dettagliate)

CONTRIBUTO DI COM-PARTECIPAZIONE: scegli tu quanto vorrai destinare alle attività dell’ APS La Scatola di Latta e A scuola per restare.

foto di Gianluca Palma

Utilizzate Bla Bla Scatola di Latta – Cerca/Offri passaggio per eventi della scatola

Chi partecipa all’evento solleva da qualsiasi responsabilità diretta o indiretta gli organizzatori dell’evento.

https://it-it.facebook.com/events/1178677285956963/

Lascia una risposta

Powered by Envision