La scatola di latta

Pratichiamo Restanza, Intrecciamo Relazioni, Coltiviamo Conoscenza. Unisciti a noi!

LaPoesiaNellePiccoleCose, Passeggiate CiviCulturali

Lu Mucurune, la città della Domenica e le duecento piccole grandi querce 25set2021

Amo appoggiare la mia mano sul tronco di un albero davanti il quale passo, non per assicurarmi dell’esistenza dell’albero – di cui io non dubito – ma della mia.” (Christian Bobin)

La crisi ecologica ci impone una profonda riflessione sul nostro stile di vita e sui comportamenti che assumiamo nei confronti della natura e del territorio.

Appuntamento sabato 25 settembre alle 16e06 nei pressi di un luogo “sacro” per i Ruffanesi: lu Mucurune per una passeggiata ecologica e poetica.Lo stemma di Ruffano raffigura tre collinette: quella centrale è fiammeggiante e su tutto campeggia una R maiuscola coronata, che indica l’iniziale del nome della cittadina. I tre rilievi riprodotti simboleggiano le serre salentine, sulle cui pendici sorge Ruffano. La fiamma che si alza dalla collina centrale è simbolo di purificazione e di amore, immagine dello spirito e della trascendenza. Si dice che le tre colline rappresentino “la serra” che unisce Ruffano con Supersano, la cittadina, e proprio il “mucurune” (in dialetto salentino).

Cammineremo e rifletteremo fino al tramonto, per circa 5/6km lungo la serra e la campagna di Ruffano incontrando monumenti sacri, una folta vegetazione, delle querce secolari, la via dell’acquedotto, casolari abbandonati, una bellissima Masseria e …

E il poeta ruffanese Carmelo Arnisi scriveva “O del villaggio mio colli ridenti, / sparsi d’ulivi scintillanti al sole;/ o d’aria pura libere correnti /profumate di timo e di viole;/ o boschetti dai verdi allacciamenti /dove l’augelli intessono carole;/ come son dolci i vostri allettamenti, / come son dolci le vostre parole!/ e chi potrà mai dir quali favori/ voi concedete a l’uom, quali ricchezze?/ il vino ai vecchi, a le fanciulle i fiori, / a tutti il pane che la vita allieta…/ e quanti sogni poi, quante dolcezze / serbate pel mio cuore di poeta!/”.L’invito è a portare poesie, canzoni, strumenti musicali e grande desiderio di rispettare la natura.Chi partecipa all’iniziativa solleva da qualsiasi responsabilità diretta o indiretta gli organizzatori della passeggiata.L’iniziativa non si configura come una visita guidata ma come un incontro conviviale e com-partecipato.

Per garantire il rispetto delle norme anti-covid è richiesta la prenotazione via whatsapp allo 3289584409 con:
NOME/i – COGNOME/i – CITTA’
POSTI LIMITATI (chi prenoterà riceverà la posizione del luogo di incontro)

CONTRIBUTO DI COM-PARTECIPAZIONE: scegli tu quanto vorrai destinare alle attività dell’ APS La Scatola di Latta e A scuola per restare.

foto di Gianluca Palma

Utilizzate Bla Bla Scatola di Latta – Cerca/Offri passaggio per eventi della scatola

L’iniziativa nasce grazie alla sensibilità e l’entusiasmo del maestro dal cuore verde Antonio Meraglia che donerà ai partecipanti fino a 200 piccole querce Amplifolia (Quercus amplifolia Guss).

https://www.facebook.com/events/412737740272671

Lascia una risposta

Powered by Envision