La scatola di latta

Pratichiamo Restanza, Intrecciamo Relazioni, Coltiviamo Conoscenza. Unisciti a noi!

Passeggiate CiviCulturali

A Miggiano dai fratelli pezzetti, verso corti canterine e cripte – 15lug2017

L'immagine può contenere: notte e spazio all'aperto

Ecco, / io e te, Meridione, / dobbiamo parlarci una volta, / ragionare davvero con calma, / da soli, / senza raccontarci fantasie / sulle nostre contrade.” Franco Constabile

Appuntamento in Via Arcivescovile, sabato 15 luglio alle ore 20.30 alla “Osteria Tranne” (aperta dal 1946) dove ascolteremo la storia di 3 generazioni raccontata dai “fratelli Pezzetti” e mangeremo “pezzetti, friseddhe e mieru”.
Ripartiamo per scoprire l’intima provincia fatta da tranquilli paesi, di dettagli nascosti, di persone che riconoscono e rispettano il carattere dei luoghi… cammineremo lungo i vicoli di Miggiano, tra corti che non finiscono mai, stupendi palazzi, scopriremo cripte basiliane e saremo accolti da dolci nonne con i loro canti e cunti.

Situato nell’entroterra del basso Salento, Miscianu dista 50 km dal capoluogo provinciale e 22 km da Santa Maria di Leuca. Dal 2003 si fregia del titolo di città.

Una vecchia leggenda, diffusa quanto inverosimile, fa risalire il nome “Miggiano” al latino MISCELLĀNĚUS (‘mischiato, vario, misto’), che farebbe riferimento alla mescolanza di genti che connotavano la popolazione locale quando nacque il primo nucleo abitativo. Più credibile dal punto di vista storico-fonetico appare il latino MĚDĬĀNUS, aggettivo recante il significato di ‘mediano, centrale, posto in mezzo’: anche in questo caso, però, si dovranno allontanare alcune facili fascinazioni semantiche che legano il nome alla posizione geografica del paese.

Appuntamento in Via Arcivescovile, sabato 15 luglio alle ore 20.30 alla “Osteria Tranne” (aperta dal 1946) dove ascolteremo la storia di 3 generazioni raccontata dai “fratelli Pezzetti” e mangeremo “pezzetti, friseddhe e mieru”.

Dopo aver cenato, dalle 21 e 30 (potete raggiungerci anche a quest’ora) ci perderemo fra le case a corte e schiera di Miggiano, alla ricerca dei testi dell’Università della Crusca e del tesoro della Principessa sconosciuta custodita nella “grotta dell’abbraccio”.

L’itinerario è di facile percorribilità, ci muoveremo in paese. Tuttavia, vi consigliamo scarpe comode.

Come da consuetudine si invitano i partecipanti ad essere portatori di entusiasmo e tranquillità, strumenti musicali e libri per simpatiche letture ficcanti.

L’iniziativa è gratuita e non occorre prenotare.

Chi partecipa all’evento solleva da qualsiasi responsabilità diretta o indiretta gli organizzatori e gli ospitanti della passeggiata.

Un grazie di cuore a Don Gionatan De Marco per il suo entusiasmo e la sua ricerca della “bellezza” che caratterizza la vita.

Info 3395920051 o scatoladilatta2014@gmail.com o via facebook.
[foto del prode Emanuele G. Rizzello]

Lascia una risposta

Powered by Envision